“La delibera della Giunta sulla nuova legge di stabilità completa il percorso costruito in questi 18 mesi, con il condiviso e fondamentale contributo della IV Commissione Speciale, sul versante della semplificazione e della sburocratizzazione”. Così il presidente e il vicepresidente della IV Commissione Speciale Pasquale Sommese e Antonella Ciaramella. “La previsione di sanzioni per il mancato rispetto dei tempi di conclusione dei procedimenti, previsto dalle leggi 11 e 22 e dal regolamento regionale n. 2, ci consentirà finalmente di evitare ulteriori episodi, come avvenuto di recente con la sentenza che ha condannato la Regione a pagare 1 milione di euro circa di risarcimento per i ritardi della burocrazia. Con un danno notevole alle nostre casse e la beffa ulteriore per l’impossibilità da parte delle imprese di realizzare progetti industriali con positiva ricaduta occupazionale e di sviluppo. “In attuazione della funzione a noi affidata della valutazione e verifica preventiva, abbiamo come Commissione Speciale – aggiungono Sommese e Ciaramella - istituito con apposito regolamento un nucleo operativo che vigilerà sui procedimenti, lavorando a stretto contatto con i settori della Giunta interessati, ed informando tempestivamente i cittadini sulla concreta attuazione delle disposizioni. Il nostro obiettivo non è vessatorio, ma vuole concorrere a ricreare un clima positivo di fiducia tra l’Amministrazione ed i cittadini fornendo a questi le risposte attese nei tempi giusti. Il controllo preventivo che portiamo avanti vuole anche far sì che i dirigenti ed i funzionari rispettino le scadenze che noi stessi ci siamo date. Non basta fare buone leggi, se poi le stesse non vengono concretamente attuate. Crediamo questo - concludono Sommese e Ciaramella – sia il modo giusto per assolvere all’incarico ricevuto”.