Occorre lanciare contemporaneamente un processo inclusivo di negoziati intra-siriano ed eliminare i terroristi nel Paese. Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov intervistato dal “Corriere della Sera”. “Prima di tutto, è necessario garantire la pace e la sicurezza, eliminare il focolaio del terrorismo in Siria. In parallelo, bisogna avviare un processo di negoziati sulla base del comunicato di Ginevra del 30 giugno 2012, della risoluzione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite 2254 e delle decisioni del gruppo internazionale di sostegno alla Siria” ha sottolineato Lavrov.

An inclusive intra-Syrian negotiations process must be launched at the same time as elimination of terrorists in the country, Russian Foreign Minister Sergey Lavrov said. "Before all, it is necessary to ensure peace and security, eliminate the terrorist hotbed in Syria … In parallel, an inclusive intra-Syria negotiations process must be launched on the basis of the Geneva Communique of June 30, 2012, UN Security Council resolution 2254, decisions of the International Syria Support Group," Lavrov told the Corriere della Sera newspaper.