Sale a sette il numero delle vittime del maltempo nelle ultime 48 ore. L'ultima in ordine di tempo è un altro clochard che è stato trovato morto a Firenze. E il gelo non molla la presa: atteso un lieve miglioramento per la giornata di domenica, ma le temperature rimarranno estremamente rigide. Disagi in mezza Penisola: particolarmente colpito il versante adriatico e il centro sud. La partita di serie A Pescara-Fiorentina - in programma domenica alle 15 - è stata rinviata causa neve. Disposta per lunedì la chiusura dell'Università di Salerno. Molte scuole rimarranno chiuse in Basilicata, mentre in Molise diversi comuni sono senza luce né acqua. Il Direttore dell’aeroporto di Bari Palese, a causa della scarsa visibilità e del persistere delle precipitazioni nevose, ha disposto la chiusura dell’aeroporto fino al ripristino di migliori condizioni metereologiche. Le nevicate dovrebbero indebolirsi già nella serata di oggi, anche se le temperature - soprattutto al sud - potrebbero subire un ulteriore, deciso calo. La neve farà la sua ricomparsa nel tardo pomeriggio di domani su Abruzzo meridionale, Molise e rilievi nord-orientali della Sicilia mentre le massime sono segnalate in rialzo un po’ ovunque. Ancora venti forti, invece, su Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, zone interne di Campania, Calabria e Sicilia orientale. Sulle strade resta il pericolo ghiaccio: agli automobilisti viene raccomandata massima prudenza. Le condizioni metereologiche continuano ad essere particolarmente estreme su tutto il Centro Sud Italia, con temperature polari. Anas sconsiglia vivamente di mettersi in viaggio nelle regioni interessate. Attualmente sono diverse le strade statali chiuse, mentre proseguono le attività dei mezzi spargisale e sgombraneve per garantire la transitabilità, come previsto dal piano neve concordato con le Prefetture, le Forze dell’ordine e gli Enti locali. In relazione all’ondata di maltempo, Rete Ferroviaria Italiana ha già attivato il Piano Neve e Gelo.