Il ministro degli Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano, ha incontrato, a margine dei lavori della ministeriale Esteri del G20 a Bonn, il suo omologo russo, Sergey V. Lavrov. Al centro dell’agenda dei colloqui tra i due ministri, le crisi dello scacchiere mediterraneo, Siria e Libia. “L’Italia saluta con favore l’impegno congiunto di Russia e Turchia sul dossier siriano, nella misura in cui esso potrà favorire condizioni propizie al pieno rispetto della tregua”, ha sottolineato Alfano. Il capo della diplomazia italiana ha ricordato anche l’importanza della Conferenza di Astana nel percorso verso la riattivazione del processo politico a Ginevra e ha aggiunto che l’Italia, come membro non permanente del Consiglio di Sicurezza e membro dell’International Syria Support Group, è pronta a dare il proprio contributo per una soluzione politica credibile e sostenibile. Passando alla Libia, Alfano e Lavrov hanno avuto un ampio scambio di vedute sulla situazione politica, di sicurezza, economica e umanitaria del Paese. Alfano ha ricordato inoltre "l’impegno del nostro Paese a favore di un processo, costruttivo ed inclusivo, di riconciliazione della Libia". Il colloquio ha fornito anche l’occasione per discutere della crisi Ucraina, oltre che di temi bilaterali.