Sarebbe solo un malore passeggero quello di cui è stato vittima questa mattina Virginia Raggi. La sindaca è stata ricoverata all’ospedale San Filippo Neri per accertamenti. Per questo stamani ha annullato tutti gli appuntamenti in agenda. Intorno alle 17,40 ha lasciato poi il nosocomio di via Trionfale. Il vertice con i proponenti dello stadio della Roma, previsto per le 16, è stato posticipato alle 19 in quanto Raggi vuole essere presente, alle 20 non era ancora iniziato. “ForzaVirginia! Sei una roccia! Io e tutto il Movimento 5 Stelle ti siamo vicini!”, ha scritto su Twitter Beppe Grillo. “Siamo tutti con te. Non mollare. Daje Virgì!”, ha aggiunto il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio. Auguri a Raggi anche dalla sindaca di Torino Chiara Appendino e dal gruppo capitolino del Pd. Nel frattempo migliorano le condizioni della prima cittadina che in giornata dovrebbe essere dimessa. L’ospedale San Filippo Neri ha reso noto che Raggi si è recata al pronto soccorso alle 8.54, “con mezzi propri”, “dopo la comparsa di un malore improvviso”. “Sono stati eseguiti gli accertamenti clinici e diagnostici necessari e non sono state riscontrate alterazioni significative - si legge nel bollettino medico - e le condizioni cliniche appaiono in netto miglioramento. Il sindaco verrà mantenuto regolarmente in osservazione per valutare la sua dimissibilità nelle prossime ore”. “Virginia sta bene, tra poco sarà dimessa”, ha assicurato l’ex marito Andrea Severini, uscendo dall’ospedale. A chi gli chiedeva poi se il malore fosse stato causato dallo stress legato all’incarico di Raggi in Campidoglio, ha risposto: “Sicuramente non è una vita facile, è un po’ magra, dovrebbe mangiare di più”.