"Condannare tutti gli imputati". E' la richiesta avanzata dalla Dda di Catanzaro oggi al Tribunale di Cosenza per gli imputati del processo 'Nuova famiglia' contro i presunti affiliati ai Rango-Zingari, clan che dominava sul territorio bruzio soprattutto attraverso lo spaccio di droga e le estorsioni. Sul banco degli imputati, che hanno scelto il rito ordinario, ci sono Daniele Lamanna, Franco Bruzzese, Francesco Vulcano, Antonio Chianello, Alessio Chianello, Stefano Carolei, Gianluca Cinelli, Gianluca Marsico, Sharon Intrieri, Jenny Intrieri, Anna Abbruzzese e Giovanni Fiore. In particolare il pm della Dda, Pierpaolo Bruni, ha chiesto la condanna per i collaboratori di giustizia Bruzzese e Lamanna per il delitto di Luca Bruni. Le richieste di condanna: per Bruzzese 4 anni e seimila euro di multa e per Lamanna 5 anni in continuazione alla sentenza di condanna corte Assise di Cosenza. Per loro due, il pubblico ministero - qualora non si tenesse conto della continuazione della pena - ha chiesto in subordine la condanna per Bruzzese a 6 anni e seimila euro di multa e per Lamanna 13 anni tenendo conto per entrambi delle attenuanti dell'articolo 8 previste per i collaboratori. E per Lamanna ha chiesto anche le attenuanti della collaborazione previste dall'articolo 74 comma 7. La richiesta di condanna più alta è stata chiesta per Carolei (16 anni); per Alessio Chianelli, Antonio Chianelli e Giovanni Fiore 9 anni; Cinelli (8 anni); Vulcano (7 anni e settemila euro di multa). Per Marsico, Sharon Intrieri, Jenny Intrieri e Anna Abbruzzese è stata chiesta la condanna a 2 anni due e 8 mesi.