Servirebbe una legge ad hoc per accorpare le consultazioni referendarie, fissate dal Consiglio dei ministri il 28 maggio, e le elezioni amministrative. Mancano gli “strumenti amministrativi”. Lo ha detto il ministro degli Interni Marco Minniti rispondendo al Question Time in aula alla Camera. “Pur non escludendo le possibilità di un accorpamento l’election day è stato preso in considerazione solo per più referendum”, ha detto il ministro. Ci sono infatti "difficoltà tecniche non superabili in via amministrativa”, come la “diversa composizione degli uffici elettorali, per i referendum e per le elezioni amministrative”, e la “ripartizione degli oneri tra Stato e Comuni”. Quindi, ha concluso Minniti è “inevitabile un intervento di carattere legislativo” se si vuole un election day.