Rivoluzione in arrivo per i vertici di Poste Italiane e Terna. Conferme per Eni ed Enel. SI può sintetizzare così il risiko delle nomine che entra nel vivo con la presentazione delle liste per il rinnovo degli organi societari da parte del ministero dell’Economia. Tra le voci che si susseguono con insistenza, a quanto apprende IL VELINO, in pole per il posto di Francesco Caio in Poste c’è il numero uno di Terna Matteo Del Fante. A sua volta, a coprire l’incarico nell’azienda che si occupa di reti, è partita aperta tra Valerio Camerano di A2A e Luigi Ferraris (ex Enel), mentre i vertici di Eni, Enel ed Enav dovrebbero essere confermati. In Leonardo, invece, Mauro Moretti dovrebbe essere sostituito dell’ex banchiere Alessandro Profumo.

Le indiscrezioni trovano fondamento proprio nelle comunicazioni del Mef. Per Enel, ad esempio, vengono confermati i nomi di Patrizia Grieco, Francesco Starace, Alfredo Antoniozzi, Alberto Bianchi, Paola Girdinio, Alberto Pera. Per Eni il Tesoro ha presentato i nomi di Emma Marcegaglia, Claudio Descalzi, Andrea Gemma, Diva Moriani, Fabrizio Pagani e Domenico Trombone. Per Enav ci sono Roberto Scaramella, Roberta Neri, Giuseppe Acierno, Maria Teresa Di Matteo, Nicola Maione, Mario Vinzia. Mentre, ecco le novità, in Leonardo spunta il nome di Alessandro Profumo accanto a quello di Giovanni De Gennaro, Guido Alpa, Luca Bader, Marina Calderone, Marta Dassù e Fabrizio Landi. E in Poste Matteo Del Fante accanto ai nomi di Bianca Maria Farina, Carlo Cerami, Antonella Guglielmetti, Francesca Isgrò e Roberto Rao. Per quanto riguarda la società Terna, le “nomine spettano al Consiglio di Amministrazione della Cassa depositi e prestiti” e assicura il Mef “le proposte dei vertici Cdp saranno coerenti con i criteri seguiti dal Governo nelle nomine di propria competenza”.