"E’ ormai chiaro a tutti che questa idea del governo di fare un bando europeo per le agenzie di stampa, non solo non convince gli operatori del settore, c’è stato anche uno sciopero, ma non salvaguarda il pluralismo dell'informazione e tantomeno tutela i livelli occupazionali in un comparto già pesantemente colpito. La Federazione nazionale della Stampa ha presentato proposte alternative, ma ad oggi dal governo nessuna risposta. Il governo e il ministro Lotti rispondano". Lo afferma il capogruppo dei deputati di Sinistra Italiana-Possibile Giulio Marcon. "Non passa giorno, prosegue Marcon, che da autorevoli esponenti del mondo dei media e dai rappresentanti professionali e sindacali del mondo giornalistico non venga espressa preoccupazione per questo bando" prosegue Marcon. "Quello dell’informazione è un tema delicatissimo che tocca anche la qualità della nostra democrazia. Questo silenzio da parte del governo e del ministro Lotti lascia il settore in una grande incertezza, a meno che non sia voluta", conclude Marcon.