Non bisogna perdere più tempo e andare avanti senza indugi verso la discussione della mozione. Non ha dubbi Pino Pisicchio in merito alla mozione presentata per chiedere lumi in merito alla decisione da parte del governo di andare a bando di gara europeo per l'informazione primaria. Testo controfirmato da circa 90 deputati. "Si tratta di una mozione condivisa da un alto numero trasversale di colleghi", spiega il deputato Misto al VELINO: "Mi era pervenuta da Palazzo Chigi e dagli ambiti governativi una voce che mi faceva sapere che quelle stesse indicazioni contenute nella mozione sarebbero state prese in considerazione attraverso un'azione positivia volta ad ovviare alla questione. Ma allo stato dell'arte non ho ricevuto altre notizie per cui credo che sarà opportuno nel breve trovare l'occasione per calendarizzare e discutere quanto ho presentato. Altrimenti si rischia di scivolare otlre i tempi ragionevoli per andare verso l'irrimediabile". Pisicchio spiega che l'atto parlamentare va collocato nell'ordine del giorno dell'assemblea dalla Camera. "Questa eventualità verrà discussa nella conferenza dei capigruppo nel giorno successivo al 25 aprile, già il giorno 26", conclude.