In vista delle finali di coppa del mondo e dei campionati mondiali di sci alpino, che si terranno a Cortina d’Ampezzo rispettivamente nel marzo 2020 e nel febbraio 2021 “è nominato un commissario con il compito di provvedere al piano di interventi”. Lo si legge nell’articolo 63 della bozza di decreto legge “Disposizioni urgenti in materia di finanza pubblica” in attesa di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale. “Entro trenta giorni dalla data della sua nomina, il commissario (…) predispone il piano degli interventi (…) e lo trasmette al Presidente del Consiglio dei Ministri, al ministro delle Infrastrutture e dei trasporti e al ministro per lo Sport (…) indicandone la durata e le stime di costo”. “La consegna delle opere previste dal piano degli interventi (…) deve avvenire entro il termine del 31 dicembre 2019”. “Oltre alle risorse rese disponibili dal comitato organizzatore, dal fondo dei comuni di confine, dalla regione Veneto, dalla provincia di Belluno e dal comune di Cortina d’Ampezzo, è autorizzata – si legge ancora nella manovra - la spesa di 5 milioni di euro per il 2017, di 10 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2018 al 2020 e di 5 milioni di euro per il 2021”.