L'antiterrorismo francese sta perquisendo la casa dell’attentatore di Parigi nell'area di Seine-et-Marne. Mentre nell'auto da lui utilizzata per l’agguato degli Champs-Élysées sarebbero stati trovati un fucile a pompa e armi bianche, tra cui un coltello da cucina, oltre ad appunti scritti a mano con l'indirizzo della Dgsi, i servizi di informazione, del commissariato di Lagny, nella banlieue vicina a dove abitava l'uomo, e di tre armerie. Ma anche una copia del Corano e fogli inneggianti all'Isis: un messaggio di sostegno allo Stato islamico sarebbero stati ritrovati accanto al cadavere. Tre suoi parenti, sono sotto interrogatorio - in stato di fermo - dei servizi francesi.