“Quest’anno e per i prossimi due, sarà il Servizio Pubblico – spiega in una nota di direttore generale della Rai, Antonio Campo Dall’Orto - a portare nelle case degli italiani uno dei momenti sportivi più importanti per il nostro Paese. Il ciclismo è uno sport nobile e antico, che è stato in grado di sopravvivere a mille rivoluzioni di costume e di consumo, rimanendo un evento importantissimo per tutti perché ai valori dello sport unisce il racconto del paese, del territorio, delle nostre meravigliose bellezze. Attraverso la competenza e la passione di tutti coloro che ci lavorano non credo ci sia nessuno che possa raccontare questo caleidoscopio di emozioni meglio di noi, un racconto contemporaneo pieno di colori, luoghi e storie per celebrare al meglio un compleanno indimenticabile, la centesima edizione. Il Giro, la Rai, l’Italia. Sempre insieme: ieri, oggi e domani. Noi amiamo l’innovazione quando questa sa essere inclusiva ed evolvere insieme alla tradizione: anche per questo la classicità di un evento che intreccia la sua storia con quella del Paese e della stessa Rai trova qui la sua casa naturale. Siamo pronti a partire e, ne siamo sicuri, milioni di italiani sono pronti a condividere con noi questa meravigliosa avventura”.

“Per il Giro100 abbiamo cercato l’eccellenza tecnica e qualitativa, per essere certi che le immagini e le parole riuscissero a fare entrare le emozioni fortissime che il ciclismo regala nelle case di tutti gli appassionati”, ha sottolineato Urbano Cairo, presidente e ad Rcs. “Non potevamo trovare partner migliore di Rai, da sempre al fianco del Giro d’Italia, che con questo nuovo accordo mette in campo una copertura capillare e multimediale, con qualità elevatissima e nuovi spazi per lo spettacolo e per il territorio. Daremo al Giro100 la visibilità che merita e faremo vivere a tutti la passione della Corsa Rosa”.

 IL GIRO IN TV - La Rai proporrà soluzioni tecnologiche d’avanguardia, come microcamere e droni per le riprese aeree, statistiche in tempo reale, grazie all’uso di transponder indossati da circa la metà dei ciclisti partecipanti, rubriche dedicate all’interno della varie trasmissioni, e spazio crescente per il mondo social. In totale saranno 170 le ore di offerta televisiva, tra programmi e diretta della corsa. Un record assoluto. Tutte e sette le tappe di montagna, poi, avranno diretta integrale: non era mai successo in 100 anni di storia del Giro. Raisport+ HD e Rai2 racconteranno, giorno dopo giorno, a partire dal 5 maggio, la caccia alla maglia rosa numero 100.