Saranno ROBERTO BENIGNI e RAFFAELE CANTONE a ricevere, il prossimo 23 giugno, il Premio Roma. A Roberto Benigni il Premio Speciale “per la promozione della Bellezza dell’Italia nel mondo”. A Raffaele Cantone il Premio Roma Urbs Universalis per “la difesa della legalità e la lotta alla corruzione”. L’annuncio oggi in Campidoglio in occasione della cerimonia di presentazione dei Finalisti del Premio Letterario Roma. Di seguito per ogni sezione del Premio i nomi dei finalisti scelti dalla Giuria con il titolo dell’opera e l’editore e le menzioni di merito. Per la NARRATIVA STRANIERA: Christophe Boltanski, - Il nascondiglio, Sellerio; Jaume Cabrè, Viaggio d'inverno, La Nuova Frontiera; Alex Connor, Il dipinto maledetto, Newton Compton. MENZIONE DI MERITO: Ragnar Jònasson, L'angelo di neve, Marsilio. 2) NARRATIVA ITALIANA: Roberto Alajmo, Carne mia, Sellerio; Matteo Nucci, È giusto obbedire alla notte, Ponte alle Grazie; Alessandro Perissinotto, Quello che l'acqua nasconde, Piemme. MENZIONI DI MERITO: Ginevra Bompiani, Mela zeta, Nottetempo; Massimo D'Adamo, Vagabondo per mestiere, Absolutely Free Editore; Giuseppe Sgarbi, Lei mi parla ancora, Skira. 3) SAGGISTICA: Alan Friedman, Questa non è l'America, Newton Compton; Sergio Romano, Guerre, debiti e democrazia, Laterza; Vittorio Strada, Impero e rivoluzione, Marsilio. MENZIONI DI MERITO: Anna Maria Isastia - Rosa Oliva, Cinquant'anni non sono bastati, Frontiere; Massimo Lugli - Antonio Del Greco, Città a mano armata, Newton Compton; Gian Franco Svidercoschi, Francesco l'incendiario, Tau Editrice.