Una borchia in bronzo risalente al VI secolo A.C. è stata trafugata dall’area archeologica di Pompei. Il reperto era su un pannello di legno coperto da plaexiglas, esposto nell’ambito della mostra 'Pompei e i Greci' allestita all'interno della cosiddetta Palestra Grande. E’ probabile che il furto sia avvenuto, almeno secondo le prime risultanze investigative, durante l’apertura della mostra. Indagano i Carabinieri del Nucleo Investigativo di Torre Annunziata che hanno provveduto a sequestrate le chiavi dell'intera area espositiva. Vengono passate al setaccio le immagini del circuito di videosorveglianza. Il valore del reperto è inestimabile.