“Sono finiti i lavori di demolizione dei 'barbacane' che sostenevano il muro di contenimento del bosco di Capodimonte nella zona di via Miano”. A darne notizia il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, che insieme a Gianni Simioli de La radiazza avevano organizzato anche “un Barbacani day per “festeggiare” il primo anniversario della costruzione di quelle strutture che dovevano essere temporanee e invece sono rimaste lì per mesi, a testimoniare l’inefficienza e l’incapacità di tutelare e valorizzare un bene inestimabile quali sono bosco e museo di Capodimonte”. “Dobbiamo ringraziare il direttore del Museo e del Bosco di Capodimonte, Bellenger, al quale chiedemmo un impegno concreto che ci garantì e che, nei fatti, ha mantenuto” ha aggiunto Borrelli sottolineando che “è passato un po’ di tempo in più rispetto a quanto promesso inizialmente, ma i ritardi sono dovuti al necessario iter burocratico e alla scelta di fare interventi radicali per evitare di avere problemi simili in futuro”. “Ho già incontrato Bellenger e lunedì 29 maggio saremo tutti in via Miano per festeggiare insieme la rimozione dei barbacane che hanno creato anche tanti problemi alla viabilità già caotica di per sé in quella zona della città” ha concluso Borrelli per il quale “la rimozione dei barbacane è un punto importante nel processo di riqualificazione del Museo e del Bosco di Capodimonte”.