Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto, proposto dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, che introduce l'obbligo di vaccinazioni per l'iscrizione a scuola. L'obbligo varrà da 0 a 6 anni. Le idee sul tema all’interno del governo non erano univoche. A fronteggiarsi le due diverse posizioni dei ministri dell’Istruzione e della Salute. Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin chiedeva che l'obbligatorietà fosse estesa da 0 a 10 anni, includendo nidi, materne e scuole elementari. Il ministro dell’istruzione Valeria Fedeli invece chiedeva che l'obbligo di vaccinazione fosse solo da 0 a 6 anni, ovvero per i nidi e le materne. Linea che è risultata vincente. Dopo i sei anni saranno previste sanzioni. "Per la scuola dell'obbligo la mancanza di documentazione sui vaccini produrrà da parte dell'autorità scolastica sanzioni dalle dieci alle trenta volte maggiori di quelle esistenti", ha spiegato in conferenza stampa il premier Paolo Gentiloni.