“Il Dipartimento provinciale Arpacal di Reggio Calabria ha comunicato questa mattina al Commissario Straordinario del Comune di Bovalino, nonché al ministero della Salute ed alla Regione Calabria, che ‘in riferimento alle attivita’di campionamento effettuate ai sensi del D. Lgs. 116/08, le analisi effettuale sul campione di acqua di mare prelevato in data 22/05/2017 presso le stazioni di campionamento denominate ‘Km 85 della SS106’ e ‘Fine Lungomare Nord’ ricadenti nel Comune di Bovalino, hanno dato esito sfavorevole per superamento del valore del parametro ‘Escherichia coli’ a quello imposto dalla normativa vigente (valore limite 500)’”. E’ quanto informa, in una nota, l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente. “In entrambi i punti, infatti – si legge ancora nella nota - il valore di Escherichia coli superava i 35.000. Sugli altri punti ricadenti nel tratto di costa del comune di Bovalino non vi sono stati altri sforamenti. Come da protocollo, il Dipartimento di Reggio Calabria dell’Arpacal – conclude la nota - ha informato il Commissario Straordinario del Comune di Bovalino che “i risultati dei controlli suppletivi, che saranno effettuati al fine di verificare l'entità e la durata dell’inquinamento, saranno comunicati nel più breve tempo possibile”.