Illecito smaltimento e gestione di rifiuti speciali. Con questa accusa i militari della Stazione carabinieri Forestale di Spezzano della Sila hanno deferito il proprietario di un fondo in località “Magli” nel Comune di Trenta. Durante il controllo dei militari, sarebbe stato accertato lo scarico su tale area di rifiuti speciali, non pericolosi provenienti da attività di scavo. Secondo quanto accertato, si tratterebbe di terreno e rocce da scavo. I militari hanno così posto sotto sequestro l’intera area e deferito il proprietario per violazione al Decreto Legislativo 152/2006, per illecita attività di gestione e smaltimento di rifiuti speciali.