Al culmine di una lite avrebbe esploso diversi colpi di pistola contro un suo coetaneo uccidendolo sul colpo. Sono ancora tutti da chiarire i contorni dell’agghiacciante omicidio avvenuto nella tarda serata di lunedì in una frazione di Mileto, nel Vibonese. Stando alle prime ricostruzioni, un 15enne, A. P., figlio di un pregiudicato del luogo, dopo una colluttazione con il 15enne Francesco Prestia, probabilmente scaturita da futili motivi, avrebbe fatto fuoco contro il coetaneo freddandolo. Poi il giovane si e' costituito ai carabinieri della locale stazione, indicando ai militari anche il luogo in cui si trovava il cadavere del 15enne. Ancora tutto da chiarire il movente.