È notizia degli ultimi giorni l’arrivo di un fenicottero solitario nei chiari d’acqua di Torre Guaceto. I fenicotteri si muovono in stormi variamente numerosi e raggiungono Torre Guaceto nel periodo autunnale, quindi nei mesi di ottobre e novembre, per lo svernamento, e poi riprendono il loro viaggio in inverno. Straordinariamente, qualche giorno fa ne è arrivato uno, e questa volta da solo. Sembrerà un evento unico ed inspiegabile, ma in realtà le ragioni di questo particolare evento sono piuttosto ordinarie. Il fenicottero è un animale sociale che vive in colonie nel periodo dell’accoppiamento. Ma così come nella specie umana, alcuni di loro privilegiano la vita solitaria. Questi uccelli raggiungono la maturità sessuale intorno ai 3-5 anni. Nell’ambito della colonia, la femmina e il maschio covano insieme e l’incubazione dura dai 28 ai 30 giorni. Quando il pulcino raggiunge l’età giovanile e quindi è in grado di procacciarsi il cibo in autonomia rispetto ai genitori, può capitare che si stacchi dello stormo proprio perché, dato la giovane età, non ha interesse all’accoppiamento. Ecco spiegato il perché del viaggio in solitaria del fenicottero arrivato a Torre Guaceto e che qui rimarrà probabilmente per molti mesi. Intanto, nell’attesa che i tempi siano maturi affinché questo animale riprenda la sua migrazione, i visitatori della Riserva ed il personale tutto godono della “compagnia” di questo bellissimo fenicottero.