Virginia Raggi rischia il processo con l'accusa di abuso d'ufficio e falso. Alla sindaca di Roma è stato infatti notificato il 415 bis - il documento che viene consegnato alla persona sottoposta alle indagini e al suo difensore - e che contiene la sommaria enunciazione del fatto per il quale si procede. Raggi è accusata dall'aggiunto Paolo Ielo e dal pm Francesco Dall'Olio di falso per la nomina di Renato Marra - fratello dell'ex capo del personale del Campidoglio Raffaele ora a processo per corruzione, a responsabile del Turismo, e di abuso d'ufficio per la promozione di Salvatore Romeo a capo della sua segreteria. È stata invece chiesta l'archiviazione dell'indagine per le accuse di abuso d'ufficio per altre due nomine, quella di Renato Marra e quella dell'ex capo di gabinetto Carla Raineri.