Pieni poteri sono stati conferiti nel corso della riunione di venerdì pomeriggio al nuovo presidente della Sacal – societa’ che gestisce l’aeroporto di Lamezia Terme – Arturo De Felice. Al termine di una riunione che ha visto la presenza record del 97% delle quote sociali, e' stato deliberato di dare pieni poteri a De Felice, compreso l’incarico di amministratore delegato. A partecipare alla riunione anche le quote forti della Sacal, Aeroporti di Roma e Banca Carime, che si erano defilati nella riunione del 2 maggio scorso quando – dopo lo scandalo dell’inchiesta ‘Eumenidi’ che aveva portato agli arresti domiciliari i vertici della societa’ di gestione dello scalo lametino – si erano riuniti gli azionisti per decidere sul nuovo consiglio di amministrazione. In quella occasione la parte del leone l’aveva fatta il socio privato Renato Caruso, imprenditore nel ramo delle macchine per giochi, l’unico a possedere piu’ del 5% delle azioni. Ma venerdi’ Caruso non si e' presentato, delegando il suo avvocato. Anche questi, pero’, non ha presenziato a lungo, lasciando l’assemblea che all’unanimita’ deliberava, trainata dai grandi soci, nel conferire pieni poteri a De Felice. Entro il 30 giugno il consiglio di amministrazione dovra’ riunirsi per decidere su quanto deliberato dai soci. Se non lo fara’, dopo quella data prevarra’ la decisione dell’assemblea degli azionisti.