Oltre 6,5 milioni di euro in tre anni per garantire, da parte dei Municipi, l’erogazione del servizio di Assistenza educativo-culturale (Aec) agli alunni con disabilità. Altri 3,2 milioni di euro destinati ai servizi sociali offerti sul territorio per il 2017 e alla manutenzione degli edifici scolastici. Lo sblocco di 37,5 milioni di euro per la messa in sicurezza delle scuole e il loro adeguamento alla normativa antincendio. Questi i punti principali dell’ultima variazione al Bilancio di previsione 2017-2019 approvata dalla Giunta Capitolina con cui si stanziano, tra parte corrente e in conto capitale, oltre 61 milioni di euro in più per il solo anno in corso. Grazie alle maggiori entrate registrate, vincolate e correnti, e all’applicazione di quote di avanzo di amministrazione, si finanziano in particolar modo le esigenze delle strutture territoriali deputate a rispondere ai bisogni delle fasce più deboli della cittadinanza. La manovra prevede 19 milioni di maggiori spese, per la parte corrente, e 42 milioni di euro di nuovi investimenti per il 2017.

Le voci principali per le quali viene aumentata la spesa corrente riguardano: - Aec: le risorse per il servizio di Assistenza educativo-culturale vengono rimodulate in modo da garantire a tutti gli alunni con disabilità iscritti all’anno scolastico 2017-2018 un numero di ore di attività non inferiore alla media nazionale e di Roma Capitale. Il fabbisogno finanziario di tutti i Municipi viene dunque riportato alla media di riferimento per l’erogazione del servizio, grazie a uno stanziamento di 6,5 milioni di euro nel triennio. - Servizi sociali, arredi scolastici e altre spese: sempre ai Municipi sono destinati circa 2,1 milioni di euro per la copertura di diversi servizi sociali (assistenza domiciliare a persone con disabilità, minorenni e anziani, minorenni in affido, erogazione contributi di sostegno). Oltre 1,1 milioni di euro, finanziati con avanzo di gestione, vanno a finanziare interventi di manutenzione straordinaria e arredo degli edifici scolastici. Tra le altre spese, si segnalano i 60mila euro per nuove fioriere e dissuasori nell’area del Colosseo e i 25mila euro per il servizio di vigilanza delle fontane di Roma. - Messa in sicurezza delle scuole: vengono sbloccati 37,5 milioni di euro, finanziati con avanzo di amministrazione derivante da mutuo, per la messa in sicurezza degli edifici scolastici finalizzata alla prevenzione degli incendi, da assegnare ai Municipi per procedere agli interventi.

“Con questa ulteriore variazione di bilancio – spiega l’assessore al Bilancio e Patrimonio di Roma Capitale Andrea Mazzillo – rispondiamo ancora una volta alle esigenze dei territori, e in particolare delle periferie, nei quali abbiamo il dovere di garantire i servizi sociali e l’assistenza nei confronti dei soggetti più fragili. Tutti i cittadini hanno diritto allo stesso livello di prestazioni offerte dall’Amministrazione e per questo abbiamo compiuto un’attenta opera di rimodulazione mirata a equiparare i fabbisogni finanziari dei singoli Municipi, senza penalizzarne nessuno ma anzi aumentando le dotazioni di quelli che risultavano deficitari. Viene inoltre confermata l’attenzione nei confronti delle scuole: i ragazzi della capitale devono poter frequentare edifici sicuri accoglienti, nei quale si possa offrire un servizio educativo di qualità e attento alle esigenze di tutti gli alunni”.