Apre il suggestivo percorso aereo che, collegando Palazzo Vecchio agli Uffizi, consente di visitare congiuntamente il Museo civico e la Galleria delle Statue e delle Pitture. Il percorso aereo è di fatto il primo tratto del celebre Corridoio Vasariano che congiunge Palazzo vecchio a Palazzo Pitti passando all'interno degli Uffizi e attraversando l'Arno su Ponte Vecchio. Opera d'ingegno tipica dell'inventiva e perizia tecnica di Giorgio Vasari, il vertiginoso ponte coperto che attraversa l'antica via della Dogana, oggi via della Ninna, collegava i due poli del potere granducale, Palazzo vecchio già sede del governo repubblicano, trasformato da Cosimo in sontuosa reggia, e la nuova residenza della corte di Palazzo Pitti. Utilizzato come passaggio privato durante il granducato lorenese e chiuso nel XIX secolo a seguito dei cambiamenti di proprietà dei vari palazzi, finora è stato aperto al pubblico solo eccezionalmente e con visite guidate. Con il nuovo biglietto integrato, oggi è finalmente possibile visitare unitamente i due musei, con un unico vincolo, dettato da esigenze di sicurezza: prenotare il passaggio e all'orario stabilito recarsi al suo ingresso, nella Camera Verde di Palazzo Vecchio.

“L’apertura del suggestivo percorso aereo su via della Ninna che collega il Museo di Palazzo Vecchio con la Galleria degli Uffizi – dichiara il Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini - è un risultato storico, che permetterà in futuro di visitare con un unico biglietto questi due grandi musei fiorentini. Grazie al dialogo e alla fattiva collaborazione tra il MiBACT e il Comune di Firenze, queste due importanti istituzioni culturali, separate per oltre un secolo, sono finalmente riunite ”. Così il Ministro Franceschini alla cerimonia di inaugurazione tenuta questa mattina insieme al Sindaco di Firenze, Dario Nardella, del percorso che, tramite il corridoio sospeso su via della Ninna, porta da Palazzo Vecchio agli Uffizi e costituisce il primo tratto del celebre Corridoio Vasariano che attraversando l’Arno su Ponte Vecchio conduce fino a Palazzo Pitti. Grazie al nuovo biglietto integrato, progettato e promosso dal Comune di Firenze e dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, in collaborazione con Firenze Musei, è ora possibile visitare i due musei senza mai uscirne.

“Palazzo Vecchio – ha detto il Sindaco Nardella – è stato unito agli Uffizi da un progetto unitario, voluto da Cosimo de’ Medici e progettato dal Vasari. Per troppo tempo il complesso è rimasto separato da confini politici e giuridici. Oggi finalmente riapriamo una piccola porta simbolica, recuperiamo il grande progetto vasariano e lo mettiamo a disposizione di tutti”. “In questa prima fase del piano di apertura – ha spiegato il direttore degli Uffizi, Eike Schmidt – ci saranno solo gruppi prenotati che entreranno, dal momento che fino alla settimana scorsa questo passaggio era riservato solo alle delegazioni ufficiali. In futuro ci sarà un biglietto unico tra Uffizi e Palazzo Vecchio”.