“Noi abbiamo reagito immediatamente sul terreno dell’accoglienza ma anche a livello politico internazionale. Il nostro ambasciatore a Bruxelles, ha avviato un’iniziativa che non ricordo abbia precedenti. Si è recato presso la commissione europea e ha chiesto esplicitamente che di fronte a una situazione così delicata e impegnativa l’Europa si assumesse delle chiare e limpide responsabilità. Successivamente siamo andati a Parigi a incontrare i ministri dell’interno francese e tedesco oltre al commissario per i problemi dell’immigrazione Dimitri Stavropulos”. Lo ha detto alla Camera il ministro dell’Interno Marco Minniti durante l’informativa urgente del governo sulla gestione dei flussi migratori.

L’incontro di Parigi “è stato molto importante, impegnativo. C’è stata anche una discussione difficile. Ma è stato tuttavia importante che un gruppo fondamentale di paesi europei, Francia, Germania e Italia, insieme alla Commissione, lavorassero per avere un punto di partenza comune che consentisse a questi tre grandi paesi di andare insieme al vertice di Tallin di domani. Politicamente era ed è molto importante. Abbiamo fatto a Parigi un primo importante passo. Ma un primo passo. Passo poi confermato dalla presentazione dell’Action Plan da parte della Commissione europea. Noi dobbiamo affrontare le cose per come sono: dire al Parlamento e agli Italiani parole di verità su questi temi. È importante che questi paesi insieme alla Commissione europea hanno condiviso alcune nostre proposte”.