"Abbiamo già raggiunto l'obiettivo di Kyoto del 2020 con un anticipo di 4 anni. A me preoccupa il salto culturale che dobbiamo fare, credo che una politica sul cambiamento climatico sia un'opportunità per le aziende, anche agricole. Se lo capiamo avremo la strada spianata". Lo ha detto il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti intervenendo all'assemblea di Confagricoltura a Roma. "Innovazione, innovazione e innovazione, questo quello che dico sempre agli agricoltori: se non cogliamo questa occasione rischio di rimanere fuori dal mercato. Dobbiamo fare un'agricoltura di qualità, dobbiamo vedere l'innovazione nel campo agricolo come una grande sfida di competitività per le nostre imprese.

Il tema dei cambiamenti climatici non è un problema dei nostri figli, ma è già un problema nostro, gli indizi ci sono. Abbiamo una situazione climatica profondamente cambiata rispetto agli ultimi anni e noi dobbiamo prepararci, soprattutto nell'agricoltura. Il tema della mancanza d'acqua è importante, ogni anno piovono sul nostro paese 300 mld di metri cubi d'acqua e noi ne intercettiamo solo il 3 per cento: dobbiamo porci il problema degli invasi. Su questo le risorse le trovo, non è questo il problema".

-RIPRODUZIONE RISERVATA-