“È ufficiale: sarò processato per l'aiuto a Fabo. Così ha deciso oggi il giudice. Rispetto la decisione. Il processo sarà anche l'occasione per processare una legge ingiusta”. Così scrive su Facebook Marco Cappato. L’esponente radicale aveva accompagnato Dj Fabo a morire in una clinica Svizzera a fine febbraio. Per il gip di Milano, Luigi Gargiulo, l'esponente dei radicali, Marco Cappato, va processato per l’aiuto al suicidio, ribaltando le conclusioni della procura che aveva chiesto l’archiviazione del caso. Lo stesso Cappato si era autodenunciato ai Carabinieri il giorno dopo aver accompagnato dj Fabo nel suo ultimo viaggio. L'esponente radicale aveva sollecitato in quel caso un intervento della politica a colmare un vuoto legislativo sul tema e si era detto pronto a voler continuare ad aiutare altri malati terminali alla ricerca della "dolce morte".