Il gup del Tribunale di Roma Cinzia Parasporo ha disposto il rinvio a giudizio dei carabinieri imputati nell'ambito dell'inchiesta bis sulla morte di Stefano Cucchi, il geometra romano deceduto nell'ottobre 2009 a Roma una settimana dopo il suo arresto per droga. Nell'ambito della morte di Stefano Cucchi tre carabinieri sono accusati di omicidio preterintenzionale e di abuso di autorità perché, secondo l'accusa, avrebbero pestato il ragazzo. Mentre altri due appartenenti all'Arma sono accusati di calunnia e falso. Il processo comincerà il prossimo 13 ottobre davanti alla III Corte d'Assise. "Finalmente i responsabili della morte di mio fratello, le stesse persone che per otto anni si sono nascoste dietro le loro divise, andranno a processo e saranno chiamate a rispondere di quanto commesso", ha commentato a caldo Ilaria Cucchi, sorella di Stefano.