“Ho sentito Padoan e mi ha detto che si tratta di una buona notizia la lettera con cui Dombrovskis e Moscovici hanno risposto a una lettera inviata alcuni mesi fa da un gruppo di paesi europei”. Lo ha detto il premier Paolo Gentiloni durante la conferenza stampa finale del vertice di Trieste parlando dei margini di flessibilità alla manovra 2018 che Bruxelles sembra riconoscerà al nostro paese. “La questione è abbastanza tecnica ma si chiedeva di ricalcolare la matrice tra debito e pil. Era stata firmata da sette paesi e diceva, in sostanza, che l’economia europea sta avendo livelli migliori quindi era il momento di accompagnarla e non deprimerla – ha aggiunto il premier –. Sono soddisfatto del fatto che un paese come l’Italia, che ha sempre rispettato le regole europee, nel rispetto delle regole ottenga ragione su un argomento fondamentale: penso quindi che la risposta della commissione ci conforterà su questa linea”, ha concluso Gentiloni.