Sono circa 7000 i migranti attesi nel weekend sulle coste italiane. Dopo i quasi cinquemila sbarchi di ieri, oggi è previsto l’arrivo a Corigliano Calabro (Cosenza) della nave militare tedesca Rhein e a Bari della nave della marina inglese Echo, con a bordo in totale 1500 persone. Solo a giugno sono stati 25mila i migranti giunti nel nostro Paese. Una nave di Medici senza Frontiere è attraccata venerdì mattina al Porto di Salerno con 935 persone: 793 uomini, 125 donne (di cui sette in gravidanza) e sedici minori, di cui due neonati. Per il porto campano si tratta del ventunesimo sbarco dall’inizio dell’anno. Sempre ieri a Vibo Valentia è approdata la nave di Save the Children, con a bordo 577 migranti di varie nazionalità: 367 uomini, 107 donne e 103 bambini sotto i cinque anni di età, 57 dei quali non accompagnati. Nel canale di Sicilia circa 850 persone sono state recuperate da un Guardiapesca e una donna, nel tragitto verso il porto di Brindisi ha dato alla luce in mare un neonato. Questa enorme marea umana accolta nei porti di Sicilia, Calabria, Puglia e Campania verrà ora ridistribuita secondo il piano migranti messo a punto dal ministero dell’Interno, in Lombardia, Veneto, Lazio, Emilia Romagna, Marche, Abruzzo, Molise e Umbria.