La Guardia di finanza di Siracusa ha condotto un’ operazione anti caporalato a Cassibile nell'ambito di una indagine coordinata dal procuratore siracusano Francesco Paolo Giordano. In particolare nel mirino delle Gdf è finita una azienda agricola che sfruttava la manodopera di extracomunitari, impiegati senza il rispetto delle previste norme in materia di lavoro. Gli uomini erano privi di permesso di soggiorno, dei documenti d’identita’ e dormivano di solito in immobili abbandonati. Un “caporale” li andava a prendere, ammassandoli in un furgone, per portarli nei campi. I titolari dell'azienda sono stati denunciati. Ed è stato dunque nominato un amministratore giudiziario per non interrompere l'attività produttiva.