Il presidente colombiano Juan Manuel Santos ha affermato che il “mondo intero” invita il Venezuela a non far svolgere la votazione per l’Assemblea costituente, prevista per il 30 luglio. “L’idea dell’'Assemblea Costituente dovrebbe essere abbandonata per ottenere una soluzione coordinata, rapida e pacifica in Venezuela. Lo chiede tutto il mondo” ha scritto Santos sul suo profilo Twitter. L’Assemblea costituente è chiamata a riscrivere la costituzione come via d'uscita dalle turbolenze politiche, iniziate nel gennaio 2016, quando è stata eletta una nuova legislatura e i rapporti tra il presidente Nicolas Maduro e il Parlamento sono divenuti tesi. Un referendum non ufficiale, organizzato dall'opposizione, ha respinto il piano di Maduro di convocare l'Assemblea Costituente: la maggioranza assoluta - il 98 per cento degli elettori - ha rifiutato di accettare il piano del presidente. Ieri sulla vicenda si è espresso anche il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, il quale ha dichiarato che se Maduro imporrà la sua assemblea gli Stati Uniti intraprenderanno un'azione economica rapida e forte.

Colombian President Juan Manuel Santos said that the "whole world" urging Venezuela not to hold the Constituent Assembly voting slated for July 30. "The Constituent Assembly should be abandoned in order to achieve coordinated, swift and peaceful solution in Venezuela. The whole world is asking for it," Santos wrote in his Twitter. Venezuela will hold voting on July 30 to elect the Constitutional Assembly, set to rewrite the constitution as a way out of the political turmoil, which started in January 2016, when a new legislature was elected and relations between Venezuelan President Nicolas Maduro and the parliament became strained. An unofficial referendum organized by the opposition on Sunday rejected the Maduro's plan to convene the Constituent Assembly. An absolute majority of 98 percent of the voters refused to accept the president's plan. Earlier in the day, US President Donald Trump said in a White House statement that the United States would take swift and strong economic action if the government of Nicolas Maduro imposed its Constituent Assembly on July 30.