I Carabinieri della Stazione di Raddusa (Catania) hanno arrestato un 19enne di origini russe ritenuto responsabile di tentata estorsione, maltrattamenti in famiglia ed oltraggio a pubblico ufficiale. In attesa di occupazione ma ossessionato dalle slot machine, da mesi vessava i genitori adottivi pur di ottenere il denaro da spendere nel gioco d’azzardo. Ieri sera, al diniego dei genitori ai quali aveva richiesto una banconota da 20 euro, li ha prima minacciati di morte per poi danneggiare in sequenza il portone d’ingresso dell’abitazione ed il parabrezza dell’auto del padre, un pensionato di 58 anni. La madre, terrorizzata, ha chiesto aiuto ai Carabinieri delle locale Stazione i quali, giunti dopo pochi minuti sul posto, hanno bloccato ed ammanettato il giovane che nelle fasi dell’arresto non ha risparmiato ai militari nsulti di ogni genere. L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Caltagirone.