Enel chiude il primo semestre con un utile netto di 1,84 miliardi di euro, in crescita dello 0,7% rispetto al primo semestre 2016. Cresce l'utile netto ordinario del Gruppo a 1.809 milioni (1.742 milioni di euro nel primo semestre 2016, +3,8%). I ricavi si attestano a 36.315 milioni di euro (34.150 milioni di euro nel primo semestre 2016, +6,3%), mentre l’Ebitda raggiunge i 7.678 milioni di euro (8.053 milioni di euro nel primo semestre 2016, -4,7%). Infine, l’indebitamento finanziario netto si attesta a 38.826 milioni di euro (37.553 milioni di euro a fine 2016, +3,4%). “La diversificazione geografica e tecnologica del nostro portafoglio di asset e di clienti, la robusta traiettoria di crescita e le azioni di semplificazione societaria ed efficienza operativa ci hanno permesso di conseguire una solida performance per quanto riguarda i principali indicatori finanziari del primo semestre del 2017 – ha detto Francesco Starace, amministratore delegato e direttore generale di Enel –. Abbiamo infatti raggiunto una crescita del 3,8% dell’utile netto ordinario, nonostante le sfide poste dalle ridotte disponibilità di risorse per la generazione a livello globale e dalla situazione eccezionale verificatasi nella penisola iberica durante il semestre”.

“Allo stesso tempo, abbiamo realizzato ulteriori importanti progressi rispetto a ciascuno degli obiettivi del piano strategico di Gruppo presentato lo scorso novembre – ha aggiunto Starace –. Il nostro piano per la digitalizzazione sta accelerando i progressi su molte aree di business, con un focus particolare sull’efficienza operativa dove siamo ben posizionati per raggiungere il nostro obiettivo di fine anno. Per quanto riguarda la crescita industriale, il nostro focus su reti e rinnovabili fornisce un costante contributo ai risultati complessivi e alle rinnovabili in particolare. Nel settore delle energie rinnovabili, infatti, prevediamo di mettere in esercizio altri 2 GW di capacità nella seconda parte dell’anno, rendendo il 2017 un altro anno record in termini di capacità installata. Alla luce dei risultati e della performance operativa di questi sei mesi, possiamo quindi confermare i target economico-finanziari per il 2017”.