Tutti i paesi dovrebbero evitare azioni che possono portare ad un aumento delle tensioni in Ucraina: lo ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, commentando le notizie di possibili forniture statunitensi di missili anti-carro e di altre armi al paese. Ieri The Wall Street Journal ha riportato la notizia secondo cui il dipartimento di Stato e quello della Difesa avrebbero elaborato un piano per fornire all'Ucraina missili anti-carro e altre armi.

Secondo l’articolo, il Pentagono e il Dipartimento di Stato cercano l'approvazione della Casa Bianca sulla questione. "La nostra posizione sul tema è ben nota – ha detto Peskov rispondendo alla domanda se la Russia sta programmando qualche negoziato con Washington o qualsiasi azione per aiutare l'Ucraina orientale - crediamo che tutti i paesi, in particolare i paesi che in qualche modo cercano un ruolo nella riconciliazione, dovrebbero evitare qualsiasi azione che potrebbe scatenare un altro round di tensioni in questa regione già difficile".



All countries should avoid actions which may lead to escalation of tensions in Ukraine, Kremlin spokesman Dmitry Peskov said Tuesday commenting on reports of possible US supplies of anti-tank missiles and other arms to the country. On Monday, The Wall Street Journal reported citing US diplomats and military officials that the US state and defense departments had devised a plan to supply Ukraine with antitank missiles and other weaponry. According to the media outlet, the Pentagon and the State Department are seeking the approval of the White House on the issue.

"Our position on the issue is well known – we believe that all countries, especially the countries which somehow seek a role in reconciliation, should avoid any actions which could trigger another round of tensions in this already difficult region," Peskov told reporters when asked whether Russia was planning any negotiations with Washington or any actions to help eastern Ukraine.