Assaltati due pescherecci di Mazara del Vallo in acque internazionali, al largo di Zarsis, al confine tra la Libia e la Tunisia. Si tratterebbe delle imbarcazioni “Aliseo” e “Anna Madre” soccorse da un elicottero militare italiano e da un’unità navale della Marina tunisina. Le due barche sarebbero state attaccate da un’unità che sembra appartenesse alle autorità doganali tunisine e che si sarebbe subito allontanata in seguito all’azione di soccorso. “Episodi come questo ci danno oramai contezza che il Mediterraneo non è più un mare sicuro, sia per chi ci lavora che per chi cerca un approdo sicuro. Non vorrei che ora la vera emergenza diventasse questa”, commenta il vescovo di Mazara del Vallo, monsignor Domenico Mogavero, aggiungendo: “Chi ha la responsabilità politica e militare intervenga affinché si garantisca la giusta sicurezza a tutti”.