Il M5S di Ferrara aggiunge un’altra tacca all’elenco delle vittorie, piccole ma significative, nella battaglia che sta combattendo contro la pubblicità al gioco d’azzardo in eventi pubblici sponsorizzati dall’Amministrazione comunale. “Dopo la ‘gaffe’ del ‘Ferrara Balloons Festival’ – si legge in una nota del M5S Ferrara - dove campeggiava un tavolo da gioco d’azzardo con tappetino verde e roulette per far provare l’emozione del gioco alle famiglie in visita, la nostra Amministrazione ci è ricascata con la fiera ‘Liberamente’ dove analogo stand offriva, alla faccia dei 900 mila italiani affetti da GAP (Gioco d’azzardo patologico), le stesse emozioni con accattivanti croupiers che, oltre a insegnare Black Jack, offrivano buoni sconto da 20 euro per un casinò”.

La risposta dell’assessore alla Sanità, servizi alla persona, politiche familiari Chiara Sapigni all’interrogazione del consigliere grillino Claudio Fochi sull’ennesima promozione al gioco d’azzardo, in questo caso alla fiera ‘Liberamente’, si concretizza come una piccola ma importante vittoria del M5S, poiché la società Fiere e Congressi non rinnoverà il contratto alla ditta che reclamizza il gioco d’azzardo. “La società Fiere e Congressi ha stipulato un contratto triennale con la società ‘Giochi del Titano’ che ha scadenza nel 2018 e non sarà – si legge nella risposta all’interrogazione - rinnovato. Il Comune di Ferrara ha sollecitato il Presidente e Amministratore Delegato di Ferrara Fiere e Congressi affinché analoghi contratti non vengano attivati” e ancora “Il Comune di Ferrara si è impegnato, attraverso Holding Ferrara e Servizi, a porre maggiore attenzione per non attivare sponsorizzazioni o raccolta di pubblicità attraverso il gioco d’azzardo”.