Il gruppo “Rossiya Segodnya” ha annunciato i vincitori e i premiati del Concorso internazionale di fotogiornalismo intitolato ad Andrei Stenin per il 2017. I detentori dei primi posti nella categoria “Notizie principali” sono i reporter Phandulwazi Jikelo (Sudafrica) con il servizio fotografico “Proteste nella città di Grabouw” e Alejandro Martínez Vélez (Spagna) con l’intensa serie fotografica “Migranti a Belgrado”. Nella categoria “Il mio pianeta” il primo posto è andato alla foto singola di grande impatto di colore e di composizione “Cultura del selfie”, della giornalista serba Jelena Janković, e alla serie fotografica del giornalista russo Pavel Volkov “Un’altra realtà” su un individuo che ha scelto la vita lontano dalle grandi città. La categoria “Sport” si è rivelata trionfale per la Russia: tutti i posti del podio sono stati occupati da giovani fotoreporter di Mosca, Vladivostok e Velikij Novgorod. La prima posizione in questa categoria è stata assegnata a Konstantin Čalabov, proveniente da Velikij Novgorod, per la foto “Il tifoso elegante”, che fissa un istante nella storia delle Olimpiadi estive tenutesi a Rio de Janeiro, e al moscovita Aleksej Filippov per la serie fotografica “Sulla punta delle dita” sulle vittorie e sulle conquiste in uno degli sport più belli, la ginnastica.

Dalla categoria “Ritratto. Un eroe del nostro tempo” sono usciti vincitori fotogiornalisti di Russia e Italia. Tra le foto singole ha vinto l’opera del russo Valentin Egoršin “Un volto dal passato”, che richiama il tema del centesimo anniversario della Rivoluzione del 1917. Tra le serie fotografiche è stata ritenuta la migliore della categoria quella del fotoreporter italiano Danilo Garcia Di Meo “What?”, sul coraggio e sulla volontà di vivere della giovane italiana Ambra. “Per me essere per il secondo anno finalista all'Andrei Stenin Contest è un grande onore e motivo di grande orgoglio – ha detto Danilo Garcia Di Meo -. Tutti i lavori presentati sono di grande qualità, a cura di giovani fotografi e fotografe, tra i quali professionisti e molti già affermati. È un concorso che guarda con particolare attenzione agli aspetti più umani e delicati, spesso non raccontati dai media o da altri importanti concorsi. Non è un caso che questo concorso sia dedicato a un grande fotografo come Andrei Stenin, scomparso raccontando un conflitto in cui i civili sono le prime vittime. Per quanto mi riguarda, questo concorso, rappresenta l'esperienza più importante della mia carriera; dopo aver ricevuto il Grand Prix lo scorso anno, mi ha dato l'opportunità di portare all'attenzione di persone di mezzo mondo la storia di una grande donna con un'importante disabilità come quella di Letizia”.

L’ampiezza geografica del concorso si allarga ogni anno di più: nel 2017 vi hanno preso parte giovani fotoreporter da ben 76 Paesi del mondo. Le opere di quest’anno che hanno ricevuto i riconoscimenti del concorso mostrano, ancora una volta, che i giovani fotogiornalisti reagiscono in modo acuto alle cose più importanti e rilevanti che accadono nella vita delle persone, dei Paesi e del mondo nel suo insieme: e per tutto ciò riescono a trovare un’espressione fotografica ampia ed eloquente - commenta così il Direttore dei servizi di informazione fotografica del MIA “Rossiya Segodnya” Aleksandr Štol’. Nell’ambito del concorso 2017 sono stati creati dei premi speciali per i concorrenti di tre categorie: “Notizie principali”, “Il mio pianeta” e “Ritratto. Un eroe del nostro tempo”. I partner delle tre categorie sono i media internazionali di alto livello Shanghai United Media Group (SUMG) e la holding mediatica araba Al Mayadeen TV, oltre a una delle maggiori organizzazioni umanitarie del mondo, il Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR). Secondo i partner delle categorie i lavori migliori sono stati: la foto singola «Sogno europeo» di Anna Pantelia (Grecia) e la serie fotografica «Migranti a Belgrado» di Alejandro Martínez Vélez (Spagna) nella categoria “Notizie principali”, le quali hanno ricevuto il premio speciale del Comitato internazionale della Croce Rossa “Per la fotografia umanitaria”; la foto singola «Teatro senza frontiere» di Anar Movsumov (Russia) nella categoria “Il mio pianeta”, che ha ricevuto il premio speciale dello Shanghai United Media Group (SUMG); la serie fotografica «Grido silenzioso» di Shahnewaz Khan (Bangladesh), insignita del premio speciale di Al Mayadeen TV.

L’elenco completo dei vincitori e dei premiati del concorso si trova sul sito stenincontest.com. La premiazione dei vincitori e l’apertura della mostra avverranno il 7 settembre 2017 presso il Centro di fotografia Fratelli Lumière, e contestualmente verrà annunciato il nome del vincitore del premio principale del concorso, il “Grand Prix”. Organizzatore del concorso è il MIA “Rossiya Segodnya” sotto l’egida della Commissione della Federazione Russa per l’Unesco. Il Concorso internazionale di fotogiornalismo intitolato ad Andrei Stenin si pone l’obiettivo di sostenere i giovani fotografi e di attirare l’interesse del pubblico sui compiti del moderno giornalismo fotografico. È una piattaforma per i giovani fotografi di talento, sensibili e aperti a tutto ciò che è nuovo, dalla quale spingono la nostra attenzione sulle persone e sugli eventi vicini a noi. Nel 2017 sono stati inviati al Concorso internazionale di fotogiornalismo intitolato ad Andrei Stenin circa 5000 lavori da 76 Paesi del mondo, divisi in quattro categorie: “Notizie principali”, “Sport”, “Il mio pianeta” e “Ritratto. Un eroe del nostro tempo”. I partner internazionali delle categorie dello Stenin Contest 2017 sono: il canale TV Al Mayadeen TV, Shanghai United Media Group (SUMG) e la Croce rossa internazionale. In qualità di partner mediatici generali del concorso vi sono: il portale di informazione e notizie Vesti.ru, il canale televisivo statale della Federazione Russa “Rossija-Kultura”, il portale di notizie e informazioni KP.ru, il portale di informazione Jourdom e il portale Russian Photo. I partner mediatici internazionali del concorso sono: l’agenzia di informazione e radio Sputnik, l’agenzia di stampa Askanews, la holding mediatica Independent Media, l’agenzia di stampa Notimex, il canale televisivo e portale RT, ANA, The Royal Photographic Society, Shanghai United Media Group (SUMG), l’agenzia stampa Xinhua (Nuova Cina), l’agenzia di informazione ANDES, il canale televisivo Al Mayadeen. In veste di partner mediatici di settore sostengono il concorso: Photo Academy, l’agenzia GeoPhoto, il portale Photo-study.ru, Unione dei giornalisti di Mosca, Unione degli artisti fotografici di Russia, il portale di informazione YOung JOurnalists e i festival PhotoVisa e “Photoparade in Uglich”.