Cresce il business degli animali da compagnia in Lombardia, +19,3% negli ultimi 5 anni e +4,3% in un anno. La regione rappresenta il 13,2% sul totale nazionale, contando nel 2016 1.183 imprese attive su 8.933 dedicate agli animali domestici. Sono 535 le attività che si occupano del commercio al dettaglio di piccoli animali domestici, 557 prestano servizi di cura - non veterinari - degli animali da compagnia, 76 le imprese che effettuano servizi veterinari e 15 le imprese che producono prodotti per l’alimentazione. E il settore della cura degli animali genera lavoro: in Lombardia sono 2.264 gli addetti al settore su 14 mila in Italia, oltre mille a Milano e circa 200 a Bergamo, Monza e Brianza e Brescia. Milano, con 368 imprese, è la prima provincia pet friendly, la seguono Brescia, Bergamo e Varese con, rispettivamente 134, 122 e 113 imprese del settore. Cresce il business in un anno a Lecco (+11%) e Mantova (+10%). Emerge da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano sui dati del registro delle imprese relativi alle sedi di impresa attive negli anni 2016, 2015 e 2011.

Forte la presenza femminile nel settore della cura degli animali, sono infatti 620 le imprese “rosa” su 1.183 attive in Lombardia. 243 le attività con a capo un giovane; 55 le straniere. In Italia 8.933 le imprese attive del settore con oltre 14 mila addetti: Roma è prima con 880 imprese attive, seconda Napoli con 528 e terza Torino con 380, davanti a Milano (368). Gli animali piacciono al sud e nelle isole: tra le principali province che trainano il settore ci sono Bari e Palermo con 256 e 217 imprese locali, Salerno e Catania con 190 e 173 imprese. Firenze è nona con 166 imprese e Bologna decima con 163.