“Anche la Ong Proactiva Open Arms ha sottoscritto il Codice di Condotta per le operazioni di salvataggio dei migranti in mare. La firma è avvenuta questa mattina al Viminale”. Lo annuncia una nota del ministero dell’Interno. Ad oggi quindi salgono a quattro le Ong che hanno sottoscritto il Codice di Condotta. Hanno già firmato, infatti, Migrant offshore aid station (Moas), Save the children e Sea eye. L’organizzazione Médecins sans frontiere (Msf) ha inoltre consegnato una lettera diretta al ministro Minniti, con la quale, nel prendere atto dell’esemplare ruolo svolto dall’Italia, ha messo in luce che i principi umanitari di indipendenza, imparzialità e neutralità non hanno consentito la firma assieme alle altre organizzazioni. Ciò nonostante hanno ritenuto liberamente di adeguarsi alla gran parte dei principi del Codice da loro condivisi. Non hanno ancora firmato Sea watch, Association europeenne de sauvetage en mer (Sos mediterranee) e Jugent Rettet.