La polizia francese ha ferito e arrestato l’uomo sospettato di aver attuato l'attacco contro i militari francesi a Levallois-Perret vicino a Parigi. Secondo il canale Bfmtv, si è verificata una sparatoria dopo il fermo da parte della polizia di un veicolo sospettato di essere stato utilizzato nell'attentato. L’auto è stata intercettata poco dopo mezzogiorno sull'autostrada A16 in Francia settentrionale, tra le città di Boulogne e quella di Calais. Anche il primo ministro francese Edouard Philippe ha confermato l’arresto durante un discorso in Parlamento: "Il sospetto è stato arrestato sulla strada tra Parigi e Boulogne-sur-Mer. Mi congratulo con le forze di sicurezza che in breve tempo hanno intercettato il sospetto", ha detto il premier. L’operazione nasce dall’attacco di un veicolo che questa mattina è piombato su un gruppo di militari dell'operazione Sentinel, di pattuglia a Levallois-Perret nella regione di Parigi, ferendone sei. Di questi, 4 militari hanno riportato lievi ferite mentre due sono in condizioni più serie. L'unità antiterrorismo dell'ufficio del procuratore di Parigi ha comunque avviato un'indagine.