I carabinieri della stazione di Pianura, a Napoli, hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip partenopeo, per atti persecutori, lesioni e furto aggravato a carico di un 51enne di Fuorigrotta già noto alle forze dell’ordine. Il provvedimento è stato emesso dopo indagini dei Carabinieri di Pianura iniziate con la denuncia della ex compagna 50enne dell’arrestato. I militari dell’arma hanno documentato che dalla fine della relazione sentimentale, a febbraio 2017, il 51enne aveva preso a molestare, insultare e minacciare verbalmente e a mezzo telefono la vittima, causandole un grave stato di ansia, vietandole di uscire e di frequentare altre persone. In una occasione, a maggio, le aveva strappato di mano il telefonino dandosi poi alla fuga, verosimilmente per essere in grado di controllare tra i contatti della donna. In altre occasioni, tra maggio e giugno, mentre si trovava con alcune amiche, l’aveva costretta a tornare a casa, mettendola in pericolo con manovre pericolose della vettura nel tragitto fino all’abitazione. L’escalation alla fine di giugno, quando l’ha aggredita con calci e pugni cagionandole “contusioni multiple per il corpo” guaribili in 7 giorni. L’arrestato è stato sottoposto ai domiciliari.