Per un'atleta come lei l'oro non era sufficiente, soprattutto dopo i risultati ai Mondiali di Budapest. Per questo Jaked e l'AD del Gruppo Pianoforte Gianluigi Cimmino hanno pensato che Federica Pellegrini meritasse molto di più. Oggi, a Roma, la sorpresa per l'atleta: in regalo per Federica un JKeel, il costume con cui lei gareggia e vince in vasca, ma in versione gioiello. Il marchio e le lettere FEDE sono realizzati in oro 24 carati e la bandiera dell'Italia è realizzata con pregiate pietre preziose: smeraldi, diamanti e rubini. Un costume made in Italy in tutto e per tutto. Anche il lavoro di gioielleria è stato infatti creato ad hoc dai Fratelli Dinacci che già per Yamamay avevano realizzato il costume gioiello in occasione di Miss Universe nel 2013. “Abbiamo lavorato dieci giorni e dieci notti senza interruzione, ma alla fine ce l’abbiamo fatta - dice con orgoglio Flavio Dinacci, il gioielliere napoletano che ha realizzato per la Pellegrini il costume Jaked oro e pietre preziose. Tutto fatto a mano”. “16 mani, per la precisione. C’è voluto il lavoro di otto persone per creare il costume”. E’ lo staff della “Dinacci Gioielli”, azienda con sede al Tarì, esperienza di tre generazioni, clienti in tutto il mondo. Da sinistra a destra smeraldi, brillanti e rubini, oltre 200 pietre preziose. Sopra la bandiera italiana il logo Jaked, sotto la scritta FEDE. Entrambe in oro, totale 250 grammi.