“Oggi 11 agosto con il D.D. n. 436 in corso di pubblicazione sul BURC si è dato il via ad altri 243 rapporti di lavoro di pubblica utilità in 15 comuni campani che hanno presentato progetti ammissibili e finanziabili”. Ad annunciarlo, in una nota, l’assessore al Lavoro della  Regione Campania, Sonia Palmeri. “Complimenti – ha aggiunto - agli amministratori dei Comuni di Marzano Appio, Santa Maria a Vico, Camigliano, Marcianise, Pietravairano, Capodrise, San Pietro al Tanagro, Roccaromana, Fisciano, Ottaviano, Baia e Latina, Baronissi, Giffoni Valle Piana, Napoli, Futani, che hanno colto lo spirito inclusivo delle attività degli A.P.U. e realizzato progetti di cura del patrimonio, promozione del territorio, aggiornamento banche dati, recupero archivi e di solidarietà sociale. La misura è a sportello e possono accedervi tutti gli enti pubblici della Regione Campania in maniera semplice e diretta. I destinatari della misura, ex percettori di ammortizzatori dal 2014 e attualmente senza reddito, percepiranno indennità di 580 euro/mese per un impegno di 20 ore settimanali per 6 mesi. Le risorse per questa seconda edizione di APU sono 5 milioni di euro ed abbiamo scelto di anticipare ai Comuni il pagamento delle retribuzioni. Le procedure che riusciamo a costruirci in casa devono essere a burocrazia zero, troppo spesso siamo imbrigliati in una rete di inutili passaggi. Tante altre domande – ha concluso Palmeri - sono in istruttoria ma le verifiche dell'ammissibilità continueranno per tutto il mese di agosto ininterrottamente”