I ministri degli Interni russo e iracheno hanno firmato un memorandum d'intesa che permetterà loro di utilizzare le risorse dell'Interpol per scambiare informazioni sui terroristi. Lo rende noto un comunicato stampa del ministero degli Interni russo. "La cooperazione tra le forze dell'ordine della Russia e dell'Iraq ha potenzialità di sviluppo in vari settori di interesse reciproco. Un uso più attivo delle risorse di Interpol è uno dei componenti di successo - si legge nel testo -; in particolare per quanto riguarda lo scambio di informazioni sulle attività attraverso i confini di persone legate al terrorismo". Il ministro degli Interni russo Igor Zubov ha ricordato che la cooperazione tra i ministeri si basa sul quadro normativo internazionale. Attualmente, si sta discutendo su questioni legate all'interazione tra particolari unità. All'inizio della giornata, Zubov ha tenuto un incontro con il ministro degli Interni iracheno Aqeel al-Khazali a Mosca, che si è concluso con la firma del memorandum.

The Russian and Iraqi Interior Ministries have signed a memorandum of understanding, which will allow them to use Interpol resources to exchange information on terrorists, the Russian Interior Ministry's press service said in a statement on Wednesday. "The cooperation between the law enforcement authorities of Russia and Iraq has potential for development in a number of areas of mutual interest. A more active use of Interpol resources is one of the components of successful cooperation, especially in relation to information exchange on cross-border movement of people related to terrorism," the press release read. Russian Deputy Interior Minister Igor Zubov noted that cooperation between the ministries was based on the international regulatory framework. Currently, the issues of interaction between the particular units are being discussed, he added, according to the press release. Earlier in the day, Zubov held a meeting with Iraqi Deputy Interior Ministry Aqeel al-Khazali in Moscow, which concluded with the signing of the memorandum of understanding.