La Turchia non diventerà membro dell'Unione Europea il 100esimo anniversario della costituzione del paese nel 2023. Lo ha dichiarato il ministro degli Esteri austriaco Sebastian Kurz. "Il presidente Erdogan dimostra decisamente le caratteristiche dittatoriali: il modo in cui tratta critici, dissidenti e minoranze è assolutamente inaccettabile. Anche se Ankara vuole aderire all'Unione europea entro il 2023, questo non accadrà", ha detto Kurz sottolineando l'immenso impatto economico della possibile adesione della Turchia al blocco. Inoltre il ministro, che è anche presidente in carica dell'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), ha aggiunto che i valori fondamentali democratici in Turchia sono stati sistematicamente violati, ricordando che il rafforzamento dell'unione doganale con la Turchia è "totalmente irrealistico ". Le relazioni tra Bruxelles e Ankara si sono affievolite dopo la repressione da parte del governo turco di giornalisti, funzionari pubblici e giudici dell'opposizione, dopo il fallito tentativo di colpo di stato del luglio 2016. Queste azioni hanno fatto registrare forte disapprovazione dall'Unione europea, dimostrato dalla sospensione dei colloqui di adesione.

Turkey will not become the member of the European Union by the 100th anniversary of the country’s establishment in 2023, Austrian Foreign Minister Sebastian Kurz said Wednesday. "President Erdogan definitely demonstrates dictatorial features. The way he treats critics, dissidents and minorities is absolutely unacceptable ... Even if Ankara wants to join the European Union by 2023, this will not happen," Kurz told the Die Welt newspaper in an interview. Kurz also stressed the immense economic impact of Turkey’s possible accession to the bloc. In addition, Kurtz, who is also Organization for Security and Co-operation in Europe (OSCE) Chairperson-in-Office, pointed out that fundamental democratic values in Turkey were systematically violated, adding that strengthening of the customs union with Turkey was "totally unrealistic." Relations between Brussels and Ankara became strained after Turkey’s crackdown on opposition journalists, public servants and judges, after the July 2016 coup attempt. Turkey's actions have sharp prompted disapproval from the European Union, evidenced by their suspension of accession talks.