Le forze aeree russe hanno condotto complessivamente 90.000 attacchi su terroristi in Siria dall'inizio della campagna nel settembre 2015: lo ha dichiarato lo stato maggiore russo. "In totale – ha spiegato il colonnello Sergey Rudskoy, capo del Direzione operazione dello stato maggiore -, a partire dall'inizio dell'operazione militare, le forze aeree hanno effettuato più di 28.000 sortite e hanno condotto circa 90.000 attacchi aerei”. Parlando alla tavola rotonda del forum Army-2017, Rudskoy ha osservato che gli attacchi aerei hanno causato danni significativi alla struttura di comando e all'infrastruttura logistica dei terroristi. "Le rotte principali per il rifornimento ai militanti di armi e munizioni sono state bloccate. Le organizzazioni terroristiche hanno perso il sostegno finanziario dalla vendita illegale di prodotti petroliferi".

The Russian Aerospace Forces have carried out a total of 90,000 strikes on terrorists in Syria since starting the campaign in September 2015, the Russian General Staff said Friday. "In total, since the beginning of the military operation, the Aerospace Forces have carried out more than 28,000 sorties and conducted some 90,000 airstrikes," Main Operational Directorate of the Russian General Staff chief Col. Gen. Sergey Rudskoy said. Speaking at an Army-2017 forum roundtable, Rudskoy noted that the airstrikes caused significant damage to terrorists' command structure and logistics infrastructure. "The main routes for supplying militants with weapons and ammunition have been blocked. Terrorist organizations lost financial support from the illegal sale of oil products," he added.