Sono stati arrestati tra la Toscana e la Puglia i componenti del commando di rapinatori che a settembre dello scorso anno hanno attaccato due furgoni portavalori sull'autostrada A12 nei pressi di Pisa. I poliziotti delle Squadre mobili di Firenze, Pisa, Ancona e Foggia, con il coordinamento e la partecipazione diretta del Servizio centrale operativo della polizia di Stato, hanno eseguito a Cerignola e Stornara, in provincia di Foggia, e a Firenze un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip di Pisa nei confronti di numerosi soggetti accusati a vario titolo di tentata rapina, porto abusivo di arma da fuoco, ricettazione e riciclaggio. Sono state anche effettuate le perquisizioni nei confronti di altre persone, indagate a piede libero per gli stessi reati. Il gruppo criminale, composto da pregiudicati di Cerignola, lo scorso 30 settembre a Fauglia (Pisa) hanno assaltato con fucili a pompa e 'Kalashnikov' due mezzi blindati della ditta BTV Mondialpol adibiti a trasporto valori, uno dei quali contenente circa 6 milioni di euro. Gli investigatori hanno ricostruito anche il coinvolgimento degli stessi malfattori in una rapina analoga commessa a settembre del 2015 sull'autostrada A14 nei pressi di Ancona. Fingendosi agenti delle forze di polizia con falsi lampeggianti e dispositivi di segnalazione manuale, i rapinatori hanno bloccato l'autostrada A12 tra Rosignano e Colle Salvetti, in provincia di Livorno, e hanno assaltato armi in pugno i due furgoni corazzati. Gli autisti hanno reagito e ingaggiato con i banditi un conflitto a fuoco. Il gruppo armato non è tuttavia riuscito a forzare la blindatura del furgone che ha resistito ai tentativi di apertura.