Il Questore di Messina ha emesso 14 provvedimenti Daspo nei confronti di altrettanti ultrà del Catania autori di un agguato a tifosi della Cavese che, a bordo di un furgone, era appena sbarcato a Messina dalla nave Zancle per assistere all'incontro Gela-Cavese. L'episodio risale al 9 aprile scorso. La Digos della Questura etnea, in collaborazione con quella di Messina, ha individuato anche gli autori del lancio di una bomba carta all'interno di un furgone dove c'erano tifosi campani mentre il traghetto stava completando le fasi di ormeggio. Tra i feriti anche una minorenne, giudicata guaribile in 15 giorni. I denunciati, per lesioni personali e utilizzo di oggetti pericolosi, sono complessivamente 25 e appartengono ai gruppi 'A sostegno di una fede' e 'Skizzati'. I Daspo sono per tre anni ciascuno per 11 ultra, di 5 anni per altri due e di 8 anni per un altro. Quest'ultimi tre, pregiudicati recidivi, hanno l'obbligo di comparizione durante le gare del Catania. Il Daspo emesso il 25 agosto è stato convalidato dall'Autorità giudiziaria.